Cronache
Mercoledì, 7. Dicembre 2022
Il viaggio di Scholz in Cina dopo i colloqui telefonoci con Putin, le sue consultazioni con Macron, reduce da un incontro con Biden: i due maggiori paesi europei rientrano in scena, mentre il governo italiano brilla per la sua assenza
Italia
La dubbia politica del nuovo esecutivo di destra nei confronti della politica europea improntata alla recessione. Come nel capolavoro di Tomasi di Lampedusa, il capovolgimento politico sembra destinato a confermare la direzione di marcia precedente
Antonio Lettieri
Martedì, 8. Novembre 2022
Italia
Le ultime elezioni hanno certificato il declino del Pd, che ora parla della necessità di “rifondarsi”. Ma per farlo dovrebbe riconoscere gli errori degli ultimi trent’anni e restituire al termine “sinistra” un significato che in quel partito si è perso da tempo. Un progetto simile non può avere come stella polare l’agenda Draghi, ma semmai le idee del suo antico maestro, Federico Caffè, che un libro appena uscito riporta all’attenzione
Carlo Clericetti
Martedì, 8. Novembre 2022
Italia
La politica europea del nuovo governo italiano di destra resta incerta. L'unica certezza è che il proseguimento della politica seguita in passato non può che aggravare la crisi
Antonio Lettieri
Domenica, 9. Ottobre 2022
Europa
Un documento del ministero guidato dal vice cancelliere Robert Habeck, che è anche co-leader dei Verdi, propone una riforma delle regole fiscali che cambia ben poco rispetto al passato ed è molto distante dalla proposta Draghi-Macron. Se questa dovesse essere la posizione definitiva del governo, sarebbe un colpo mortale per le speranze di cambiamento suscitate dalle misure anti-pandemia
Carlo Clericetti
Mercoledì, 14. Settembre 2022
Mondo
L'isolamento della Russia non si è verificato. La carenza di gas e le difficoltà nell'approvvigionamento di fonti energetiche alternative rischiano di avere gravi conseguenze nell'Europa occidentale
Antonio Lettieri
Martedì, 13. Settembre 2022
Economia
I prezzi dell’energia volano per una serie di motivi, sia di domanda che di offerta, e l’authority di settore ha proposto di rendere permanenti gli sgravi provvisori decisi dal governo. Ma, specie di fronte alle sfide della transizione green, molte cose andrebbero ripensate, a cominciare dal sistema di formazione dei prezzi
Sandro Notargiovanni
Sabato, 11. Dicembre 2021
Mondo
La rottura con l’Europa spinge la Russia a intensificare i rapporti non solo con la Cina, ma anche con altri paesi dell’area asiatica come Pakistan e soprattutto India, che è il terzo consumatore al mondo di petrolio e alla quale Putin ha offerto uno sconto del 20 per cento. Con grande preoccupazione degli Usa
Antonio Lettieri
Mercoledì, 18. Maggio 2022
Economia
C’è bufera nella Royal Dutch Shell, gigante petrolifero mondiale. Non solo per la decisione di trasferire la sede dall’Aia a Londra per risparmiare sulle tasse, che costituivano un’importante entrata per il governo olandese. I dissensi sono anche strategici, sui problemi sempre più pressanti della transizione ecologica
Guglielmo Ragozzino
Sabato, 11. Dicembre 2021
Libri
Nel suo ultimo libro l’ex banchiere centrale, dopo aver ripercorso l’evoluzione nella varie epoche, propone una serie di provvedimenti per ridurre un fenomeno che non solo è ingiusto, ma crea danni all’economia. Il prossimo futuro, però, si prospetta pieno di incertezze
Attilio Pasetto
Sabato, 11. Dicembre 2021
Mondo
Lo scenario del dopo-elezioni francesi di giugno è incerto, ma è possibile che il partito di Macron, pur essendo minoritario nel paese, conquisti la maggioranza dei parlamentari grazie al meccanismo del sistema elettorale. Un presidente rafforzato potrebbe guidare l’Europa su una linea non coincidente con quella Usa per un nuovo ordine globale, evitando che l’Unione resti una periferia dell’impero
Antonio Lettieri
Mercoledì, 18. Maggio 2022
Europa
Un link nell’articolo sul Financial Times firmato dai due leader rimanda a una proposta più particolareggiata su come riformare le regole europee. Che contiene novità importanti rispetto a quelle ora sospese, e sicuramente le migliora. Ma ignora questioni non meno rilevanti
Carlo Clericetti
Domenica, 2. Gennaio 2022
Mondo
Riflessioni attorno alla tesi dell’inevitabilità della guerra in Ucraina. Davvero l’unica prospettiva perché non si concluda con una resa di chi subisce l’invasione è che l’invasore sia sconfitto? Un’ampia parte del mondo, pur non appoggiando l’invasione, non accetta questo assunto, ci sarebbe un’alternativa. Ma ai ciechi si dà la patente di realisti e a chi vede lontano di visionari
Giovanni Principe
Mercoledì, 18. Maggio 2022
Economia
Rispetto al minimo del 2020 il rincaro in Europa è stato del 2000%, molto più che nel resto del mondo. Questo e altri fattori, sia di offerta che geopolitici, fanno dubitare che il rientro possa essere relativamente rapido, e ciò pone alla Bce problemi difficili da affrontare
Attilio Pasetto
Mercoledì, 2. Marzo 2022
Mondo
Il tentativo europeo di negoziare, il suo fallimento. L'aggressione russa non può essere giustificata. Ma la politica europea dominata da Washington non è riuscita a garantire posizioni ragionevoli per l'indipendenza dell'Ucraina
Antonio Lettieri
Mercoledì, 2. Marzo 2022
Europa
Dopo i passati fallimenti francesi, i due leader si propongono di cambiare la politica che frena la crescita dell'eurozona. Una proposta che sarà difficile far accettare
Antonio Lettieri
Mercoledì, 19. Gennaio 2022
Italia
E’ assodato che fino a 50.000 euro sono avvantaggiati i redditi più alti e non c’è sgravio per i due scaglioni più bassi. La modifica rimedia comunque in parte alle incongruenze provocate dagli 80 euro di Renzi, ma di fatto genera tre imposte diverse per dipendenti, autonomi e pensionati. Ci sarebbe una soluzione decisamente migliore
Ruggero Paladini
Domenica, 2. Gennaio 2022
Europa
Negli ultimi vent'anni, dominati dal passaggio all'euro, l'instabilità economica e politica è aumentata in quasi tutti i principali paesi. Il giudizio sul passato e sui suoi fallimenti difficilmente può essere controverso: bisognerebbe riconoscerlo quando si discute dell’incerto futuro dell'Unione
Antonio Lettieri
Mercoledì, 29. Dicembre 2021
Europa
L’Ue ha aperto una consultazione pubblica sulla riforma, a cui tutti possono partecipare. La formulazione delle domande non depone a favore di un cambio di mentalità: eppure le ultime due crisi hanno mostrato che è proprio questo che serve. Alcune proposte per far tesoro delle lezioni del passato
Carlo Clericetti
Sabato, 11. Dicembre 2021
Lavoro
Il lavoro interinale e temporaneo era cresciuto a dismisura con i tagli di spesa seguiti alla crisi del 2008, insieme al blocco del turn over e alla esternalizzazione dei servizi pubblici. Ora un accordo governo-sindacati punta a una graduale stabilizzazione, sia nella pubblica amministrazione che nel settore pubblico allargato. Un passo importante nel processo di riforma del lavoro in corso
Antonio Baylos
Mercoledì, 19. Gennaio 2022
Italia
Il confronto con gli altri paesi dell'Unione Europea colpiti dalla pandemia è illuminante. La crisi italiana a vent'anni dalla nascita dell'euro. Questo mentre l’Eurozona nel nuovo ordine globale, sembra destinata a trovarsi alla periferia
Antonio Lettieri
Domenica, 14. Novembre 2021
Italia
Il provvedimento sulla concorrenza disegna un settore pubblico a cui è praticamente vietato gestire qualsiasi cosa, anche i monopoli naturali. Ma il sistema delle concessioni è strutturalmente più costoso della gestione pubblica e praticamente ingestibile: i controlli, nella pratica, sono impossibili. E allora perché? Per ideologia e per favorire un capitalismo al riparo dalla concorrenza
Carlo Clericetti
Domenica, 14. Novembre 2021
Italia
La legge delega introduce il principio dell’imposizione duale, progressiva sui redditi da lavoro e proporzionale su quelli da capitale, come nei paesi scandinavi. Questo significa che Imu e Tasi spariranno, sostituite da un’imposta che sarà in percentuale uguale sia sugli immobili che sugli impieghi finanziari. Le prime case, tranne quelle di particolare valore, resteranno esenti grazie a una detrazione che dà un tocco di progressività in più al sistema
Ruggero Paladini
Venerdì, 8. Ottobre 2021
Italia
Sulle riforme del fisco, delle pensioni e del reddito di cittadinanza, che sono per ora del tutto indefinite, si misureranno la politica economica del governo e il suo consenso sociale nel paese, chiarendo la strategia di un governo di fin troppo larga coalizione
Attilio Pasetto
Domenica, 14. Novembre 2021
Cronache
Un fatto inconcepibile che non si era verificato nemmeno nelle fasi più dure dello scontro politico nel paese. Non riguarda solo il mondo sindacale, è stato l’attacco a un pilastro della democrazia. La solidarietà con la Cgil non può riguardare solo un momento più meno passeggero
Antonio Lettieri
Mercoledì, 13. Ottobre 2021
Lavoro
Le norme ci sono, complete e dettagliate. Il problema sono i controlli, per i quali non basterà qualche ispettore in più. Farli spetta in promo luogo ai lavoratori. E sarà bene interrogarsi se l’aver istituito rappresentanti con questo specifico compito non abbia fatto ridurre l’attenzione su questo tema delle altre strutture, come Rsu e Consigli di fabbrica
Aldo Amoretti
Lunedì, 31. Maggio 2021
Economia
Poteva essere l'occasione per discutere a fondo del motore malato del nostro sistema economico, invece ci si limita a discutere dei singoli progetti, senza un salto di qualità nella visione d'insieme.Intanto la riforma delle regole europee si profila con piccoli miglioramenti, ma senza un reale mutamento di logica
Roberto Romano
Giovedì, 16. Settembre 2021
Italia
Nell’artificiosa polemica su chi preferirebbe il reddito di cittadinanza alle offerte di lavoro nessuno parla dei mille trucchi e delle tante irregolarità – a volte veri e propri soprusi – che sono molto diffusi specialmente nel settore dei servizi
Renato Fioretti
Venerdì, 2. Luglio 2021
Mondo
Le cronache sui nuovi eventi in Afghanistan dopo l'avvento dei Talebani iinvadono le prime pagine dei giornali e non potrebbe essere diversamente. Eppure vale la pena di gettare lo sguardo sull’origine di una guerra iniziata quasi per caso e alla quale si poteva dare una conclusione più volte nel corso del tempo. Non è questa la sede per tratteggiarne una storia lunga due decenni. Ma vale la pena di ricordarne brevemente alcuni aspetti essenziali fra i quali il punto di partenza
Antonio Lettieri
Giovedì, 16. Settembre 2021
Europa
Le norme europee sono sospese, ma le ipotesi di modifica non promettono bene. Il testo del mio intervento al seminario “Dopo le crisi – Dialoghi sul futuro dell’Europa”, promosso da Alessandro Somma e Edmondo Mostacci, che è poi diventato un libro per Rogas edizioni
Carlo Clericetti
Giovedì, 16. Settembre 2021
Mondo
Ha scritto Moni Ovadia: “Ci sono luoghi di rivoluzione nei posti più impensati: uno di questi luoghi è sicuramente il bisturi di Gino Strada”. Il chirurgo di guerra che definiva la sua opera come “un mestiere” ci lascia una lezione da non dimenticare
Attilio Pasetto
Giovedì, 16. Settembre 2021
Italia
“Le idee camminano sulle gambe degli uomini”, diceva Pietro Nenni. Su quali gambe camminano le idee del governo Draghi? Quelle dei neoliberisti, come confermano anche le ultime nomine contestate da numerosissimi economisti. Quindi Draghi è un neolib? La risposta non può essere netta, e quello che farà dipende soprattutto da quali idee abbia per il suo futuro
Carlo Clericetti
Venerdì, 2. Luglio 2021
Italia
La sintesi delle discussioni che hanno coinvolto personalità di rilievo della politica, dell'economia e della cultura svolte attorno al tema di un orizzonte possibile per la sinistra nella riorganizzazione del Paese dopo la tempesta della pandemia
Documenti
Domenica, 9. Maggio 2021
Europa
Quello che è accaduto, e continua ad accadere, in Europa e in particolare nell'Eurozona è strano, incredibile e, per molti versi, irragionevole. Gli errori nella lotta alla pandemia sono solo gli ultimi di una lunga serie: nell'ultimo decennio, l'area dell'euro ha registrato la crescita più bassa e il livello medio più elevato di disoccupazione nel mondo sviluppato, insieme alla crescente disuguaglianza e povertà. Cos'altro serve per decidere un cambiamento radicale?
Antonio Lettieri
Venerdì, 2. Luglio 2021
Italia
La tassa di successione proposta dal segretario Pd, che è stata accolta con una levata di scudi dai conservatori di casa nostra, fino a 50 milioni quasi non cambia il prelievo attuale, che in Italia è più basso che negli altri paesi comparabili. L’idea di destinare il prelievo ai giovani ha solo un significato politico. Ma perché non differenziale le aliquote anche in base al patrimonio degli eredi?
Ruggero Paladini
Domenica, 30. Maggio 2021
Italia
Rivisti in leggero rialzo i dati precedenti, ora le previsioni di crescita per il 2021 sono superiori a quelle precedentemente stimate dal governo e puntano al 5%. Gli effetti della pandemia sul sistema produttivo non sono ancora del tutto chiari, ma il punto critico è l’occupazione: qualche passo avanti, ma ancora 700.000 posti in meno del pre-Covid, e il prossimo futuro è una grossa incognita
Attilio Pasetto
Venerdì, 2. Luglio 2021
Società
Quali sono i molti buoni motivi per cui questa imposta è coerente con una visione politica che voglia definirsi progressista: anche se il gettito dovesse essere quasi simbolico
Alfredo Recanatesi
Lunedì, 31. Maggio 2021
Lavoro
La pandemia ha fatto sì che si generalizzasse d'un colpo il lavoro a distanza, che era stato introdotto pensando a dimensioni limitate e a condizione che venisse contrattato tra le parti. Una rivoluzione non solo per l'organizzazione del lavoro: quello che si preannuncia è un autentico passaggio d’epoca che avrà un’infinità di ricadute dirette e indirette sul territorio, sulla mappa degli stili di vita di intere collettività, sul volto stesso delle città. E che apre un nugolo di problemi
Umberto Romagnoli
Giovedì, 11. Febbraio 2021
Italia
L'inquadramento nel contesto politico-economico, le cifre al di là del trionfalismo, le ipotesi riguardo all'impatto sulla crescita, una analisi più specifica per quanto è previsto per la sanità. Il giudizio finale e alcune ipotesi alternative
Documenti - Network per il socialismo
Lunedì, 31. Maggio 2021
Cronache
La pandemia generata dal coronavirus ha drammaticamente aggravato le disuguaglianze che caratterizzano la nostra epoca. I paesi europei sono generalmente i più colpiti tra quelli più sviluppati, ma i rimedi sembrano del tutto inadeguati
Antonio Lettieri
Sabato, 8. Maggio 2021
Italia
L’emergenza ha fatto adottare provvedimenti fino ad ora considerati inadatti a una corretta gestione dell’economia, ma l’analisi corrente li considera utili sono per l’emergenza, con l’obiettivo di tornare alla logica precedente non appena questa sia finita. Ma è un ragionamento che non manca di elementi paradossali e che non considera tre gravi difetti
Roberto Schiattarella
Giovedì, 11. Febbraio 2021
Lavoro
In termini reali le retribuzioni sono praticamente ferme da trent’anni, cresciute ancora meno della produttività che pure è migliorata solo di poco. Ma i redditi da lavoro dipendente comandano il 40% del PIL, il 50% dei consumi nazionali e il 66% di quelli delle famiglie. C’è una via per uscirne, e passa dal modello contrattuale e dalla legge sulla rappresentanza
Leonello Tronti
Giovedì, 11. Febbraio 2021
Italia
Sono detti “tempi di attraversamento” e sono le pause tra una fase e l’altra della realizzazione. Attualmente la durata media delle opere pubbliche è di 5 anni e 7 mesi, ma il 45% è dovuto appunto a queste pause
Attilio Pasetto
Sabato, 8. Maggio 2021
Libri
Il diario di un Rom che, dopo aver raggiunto l’Italia dopo molte peripezie, ha fondato una Onlus che si occupa di organizzare carovane dall’inferno dei campi profughi verso luoghi dove si può sperare in una vita migliore
Giuseppe Amari
Domenica, 9. Maggio 2021
Italia
La scelta di questo presidente del Consiglio è frutto della situazione straordinaria più che delle manovre per far cadere il precedente governo. Non potrà comunque rappresentare l'alibi o il pretesto per le forze politiche e quelle sociali per sottrarsi alle rispettive responsabilità
Giuseppe Amari
Lunedì, 22. Febbraio 2021
Lavoro
Dopo l’inchiesta istituzionale sui fattorini delle consegne a domicilio è stato stabilito che la forma contrattuale che va applicata non è quella corrente di lavoro autonomo occasionale, ma quella di “prestazioni di tipo coordinato e continuativo”, con tutto ciò che comporta in tema di garanzie. Poco dopo la Ugl ha stipulato un contratto per la categoria, che però ha più aspetti critici che miglioramenti
Renato Fioretti
Domenica, 9. Maggio 2021
Lavoro
Il giuslavorista ed ex senatore Pd se l’è presa con la Corte Costituzionale che ha demolito un altro pezzo del Jobs act renziano, che prevedeva il solo indennizzo in denaro nel caso di un licenziamento giudicato illegittimo: il lavoratore deve essere invece reintegrato nel posto. Per Ichino, invece, la possibilità di reintegrazione doveva essere cancellata del anche nel caso residuale in cui era rimasta
Renato Fioretti
Sabato, 8. Maggio 2021
Mondo
E’ in vantaggio su Usa ed Europa per l’andamento della pandemia, ma ha anche fatto due passi di grande importanza. Il primo è il nuovo codice civile, l’altro i due accordi commerciali con i paesi del Pacifico e l’Ue, che mirano a rendere indipendente Pechino dagli americani, sostituendoli con partner europei e asiatici
Attilio Pasetto
Lunedì, 22. Febbraio 2021
Cronache
Gli otto ministri scelti dal presidente rivestono ruoli di primaria importanza sia nel campo economico che dei rapporti con Bruxelles. In ogni caso, indipendentemente dagli incerti andamenti politici, le ragioni della crisi economica e sociale già preesistente e oggi fortemente aggravata dalla pandemia sono destinate a rimanere in ombra
Antonio Lettieri
Lunedì, 22. Febbraio 2021
Italia
E' assente il concetto che la politica economica non deve solo reagire alla situazione esistente, ma anche progettare il futuro, che non basta denunciare la disuguaglianza ma bisogna anche dire come si vuole combatterla, che i fenomeni economici si possono governare in relazione agli obiettivi che ci si propongono
Roberto Romano
Lunedì, 22. Febbraio 2021
Italia
Il suo discorso al Senato non marca una scelta di campo precisa. Ma ora è richiesto, come non mai, il coraggio di modificare gli attuali assetti di potere, a danno proprio degli ambienti che hanno fatto ricorso a lui come extrema ratio
Giovanni Principe
Lunedì, 22. Febbraio 2021

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI