Giovanni Principe

Italia
Sarà per il giorno che non porta bene, ma le stime su Pil e inflazione rese note in quella data rendono già problematici gli obiettivi indicati dal governo: è praticamente certo che il rapporto debito/Pil non scenderà neanche quest'anno e che la crescita sarà inferiore alle previsioni. Intanto incombono le clausole di salvaguardia e il giudizio della Commissione Ue
Giovanni Principe
Domenica, 15. Maggio 2016
Italia
La Legge di stabilità realizza una politica di spesa in deficit indirizzata a un target selezionato in base a un criterio di consenso elettorale, anziché di reddito o di condizione sociale. Che esclude perciò le fasce a più basso reddito, che si sono progressivamente allontanate dalla politica
Giovanni Principe
Giovedì, 31. Dicembre 2015
Sindacato
Non si può che concordare con lo stimolante intervento di Carniti, a cui si può aggiungere una ulteriore proposta: tornare alle sole Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu), che potrebbero proporre liste uniche e inserire anche i dipendenti "mascherati" da lavoratori autonomi
Giovanni Principe
Mercoledì, 23. Settembre 2015
Europa
La destra arrogante che governa l'Unione ha incontrato per la prima volta un ostacolo, dopo lunghissimi e tristissimi anni, nel piccolo popolo greco. Una lezione per l'Italia, che dovrebbe trovare il coraggio di tornare a confidare nelle risorse che la società esprime
Giovanni Principe
Giovedì, 9. Luglio 2015
Stato Sociale
Le politiche degli ultimi anni invece di combattere la povertà l'hanno accresciuta. Un assegno di sussistenza a 660.000 persone allevierebbe la condizione di 2 milioni di famiglie, con una spesa contenibile in meno di 5 miliardi e coperture plausibili per questo primo passo verso un sistema universalistico
Giovanni Principe
Lunedì, 25. Maggio 2015
Sindacato
E’ meritorio il tentativo del segretario della Fiom di ridefinire il rapporto tra organizzazioni di massa e politica, ma è opportuno un chiarimento definitivo sull’identità della coalizione sociale e sui suoi obiettivi futuri
Giovanni Principe
Venerdì, 20. Marzo 2015
Lavoro
Nell'attuazione del Jobs Act a fronte di due piccole novità positive nel part-time ce ne sono numerose negative per i lavoratori sparse dappertutto. La semplificazione delle tipologie contrattuali si sostanzia nell'abolizione del solo "lavoro ripartito", 300 casi in tutto. E persino i giudici a volte avranno una strada obbligata
Giovanni Principe
Domenica, 22. Febbraio 2015
Italia
Mattarella non era la prima scelta di Renzi, ma si voleva evitare che sinistra e Cinque Stelle ponessero l’alternativa di Prodi. Ora però, caduto il Patto del Nazareno, il Pd non può continuare la politica di ispirazione liberista sostenuta dall’alibi delle “larghe intese”. Se lo farà, non potrà più definirsi un parito di sinistra
Giovanni Principe
Venerdì, 6. Febbraio 2015
Lavoro
Varati i due decreti delegati davvero importanti è possibile un giudizio definitivo. Non solo ci sono vari elementi di incostituzionalità, non solo manca tutta la parte dei servizi per l’impiego: la “grande riforma” si riduce alla liberalizzazione dei licenziamenti, grazie anche a trappole e trabocchetti
Giovanni Principe
Giovedì, 15. Gennaio 2015
Lavoro
Esaminiamo quali fossero gli obiettivi dichiarati per questa ennesima riforma e che cosa prevede la versione varata dalla commissione Lavoro della Camera. La sola modifica che emerge nettamente è l’ultimo assalto all’art. 18, per il resto nulla che possa davvero modificare la linea seguita dai governi Berlusconi in poi: altro che “cambiare verso”
Giovanni Principe
Martedì, 25. Novembre 2014

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI