Mondo

Mondo
Dove stiamo andando/8 – Tra i paesi industrializzati l’Italia ha il più basso tasso di persone occupate sul totale di quelle in età di lavoro. In alcuni settori sommerso arriva al 57 per cento. Le prospettive dell’economia continuano ad essere negative, quindi l’occupazione certo non aumenterà. L’unica soluzione possibile è ridurre gli orari. Impossibile? No, a certe condizioni
Pierre Carniti
Martedì, 4. Settembre 2012
Mondo
Dove stiamo andando/7 – E’ messo radicalmente in discussione il principio centrale al quale l’idea della “piena occupazione” era legata. Essa includeva infatti una relativa sicurezza per le persone, compresa la possibilità di progettare la propria vita. Un’evoluzione che lo rende sempre meno in grado di offrire il perno intorno al quale legare la definizione di sé e ha anche effetti disastrosi sul tessuto democratico di un paese
Pierre Carniti
Martedì, 4. Settembre 2012
Mondo
Dove stiamo andando/6 - Paure, ansie, afflizioni di quest’epoca non riescono a sommarsi, a cumularsi in una causa comune capace di correggere il corso delle cose. Questo depriva la politica sindacale solidaristica di gran parte della sua capacità di aggregazione e di mobilitazione. Il rischio è che prenda piede un disincanto che va di pari passo con la delusione e la sfiducia sulla possibilità di soluzioni democratiche ai problemi
Pierre Carniti
Sabato, 11. Agosto 2012
Mondo
Dove stiamo andando/5 – Non è la prima volta nella storia che, come ora, cambiano radicalmente il concetto e il ruolo del lavoro, che tra l’età antica, il Medioevo e poi via via fino alla rivoluzione industriale hanno subito molte metamorfosi. Ciò avviene quando si produce una netta discontinuità nel modello della società
Pierre Carniti
Lunedì, 30. Aprile 2012
Mondo
Dove stiamo andando/4 - A partire dagli anni Ottanta la disuguaglianza è aumentata dappertutto, ma i dati Ocse e Fmi ci dicono che in Italia i redditi più bassi sono sotto la media generale e i più alti al di sopra e la ricchezza privata è maggiore che in Francia e Germania. Per abbattere l’enorme debito pubblico si dovrebbe attingere lì, ma il dolore dei privilegiati è sempre più considerato di quello dei disagiati
Pierre Carniti
Mercoledì, 18. Aprile 2012
Mondo
Dove stiamo andando/3 – La definizione è di Keynes e resta quanto mai attuale. Prosegue il viaggio attraverso i cambiamenti radicali degli ultimi decenni, con il tramonto del potere dello Stato-nazione che svolgeva una funzione determinante nella regolazione dell’economia
Pierre Carniti
Mercoledì, 28. Marzo 2012
Mondo
La narrazione di una rivolta democratica contro un tiranno sanguinario è troppo di parte per essere del tutto vera. La questione è assai più complessa e si inquadra nel complicato scacchiere dell’area. E di sicuro c’è solo che la strada per uscirne è una sola, quella del negoziato
Angelo Gennari
Giovedì, 22. Marzo 2012
Mondo
Dove stiamo andando/2 – La Cernobil economica che stiamo vivendo è stata generata dalla disastrosa ideologia della “mano invisibile” che dev’essere lasciata libera di giudare i mercati. La differenza fondamentale fra il ’29 e oggi. La Rete: importante per la diffusione della democrazia, ma poco può per la giustizia sociale
Pierre Carniti
Giovedì, 8. Marzo 2012
Mondo
Dove stiamo andando/1 – Le cifre impressionanti dei divari fra mondo ricco e povero e fra Stati. Le teorie dei filosofi e le situazioni reali. E’ possibile pensare a una “giustizia globale? (Primo articolo di una serie)
Pierre Carniti
Sabato, 25. Febbraio 2012
Mondo
L’operazione con cui è stato ucciso Bin Laden è stata definita da un esperto “un cambiamento assolutamente sorprendente nella natura stessa della guerra”. Domina l’hi-tech, scompare la distinzione fra agenzie di intelligence e militari, vengono ignorati diritto internazionale e sovranità degli Stati
Angelo Gennari
Lunedì, 11. Luglio 2011

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI