Economia

Economia
Quella sull’aggravio dei costi in bolletta che sarebbe provocato dall’energia “verde” è un’accusa scorretta, che non tiene conto di una serie di fattori. Per di più sarebbe davvero paradossale frenare uno dei pochissimi settori che “tirano”, creano occupazione e sviluppano la ricerca
Rosita Donnini
Venerdì, 6. Aprile 2012
Economia
Mentre tutti i grandi del petrolio puntano sul gas l’Italia si appresta a fare il contrario, separando la rete dalla capogruppo: una mossa che danneggerebbe soprattutto la prima, ridurrebbe il peso nel mercato mondiale del nostro gruppo energetico e lo spingerebbe a oriemtare il suo business sempre più lontano da noi
Marcello Colitti
Sabato, 25. Febbraio 2012
Economia
E’ previsto che il loro sviluppo acceleri, dato che dovranno sostituire la quota di energia da nucleare (20%) dopo la bocciatura via referendum. Per ogni diversa fonte un monitoraggio in base a cinque parametri può far individuare la misura corretta degli aiuti
Rosita Donnini
Domenica, 18. Dicembre 2011
Economia
Chiuso l’accordo Chrysler che prevede 2100 nuovi posti di lavoro entro il 2015 (tutti con salario ridotto). Ma, si chiede il quotidiano di Detroit, cosa produranno gli assunti e dove? E titola: “Il progetto rimane poco chiaro”. Stile di management o bluff?
Toni Ferigo
Sabato, 29. Ottobre 2011
Economia
Nel vuoto pneumatico della politica economica il Piano energetico orfano del nucleare continua a dare scarsissimo peso alle rinnovabili, peraltro insistentemente definite costose per i consumatori mentre poche cifre bastano a smentirlo. In particolare la geotermia, i cui campi sono diffusi in tutto il Mezzogiorno, promette notevoli sviluppi che alcuni centri di ricerca e imprenditori coraggiosi stanno esplorando
Rosita Donnini
Giovedì, 20. Ottobre 2011
Economia
Come la stessa azienda ha candidamente confessato l’uscita da Confindustria non c’entra niente con la vicenda dell’accordo sull’articolo 8. Ma il problema vero è un altro, è che la Fiat abbandona l’Italia: un altro guasto irreparabile di questo governo che firma una delle pagine più nere della nostra storia industriale
Giovanni Principe
Giovedì, 6. Ottobre 2011
Economia
Nonostante l’addio al nucleare non c’è stato un grande rilancio per le energie alternative. Il decreto Romani, dopo mesi di incertezza che hanno danneggiato il settore, non è risolutivo, specie per l’assenza di un piano complessivo e nella maggioranza emergono resistenze a promuovere un reale sviluppo. Soprattutto resta fortemente carente l’impegno su un fattore determinante: i finanziamenti per la ricerca
Rosita Donnini
Mercoledì, 22. Giugno 2011
Economia
Da recenti indagini risulta che l’utilizzo di lavoratori stranieri, che costano meno, è spesso un’alternativa allo spostamento della produzione all’estero. Inoltre il loro afflusso è determinante per le imprese dei settori manifatturieri tecnologicamente meno avanzati, molte delle quali altrimenti chiuderebbero
Attilio Pasetto
Sabato, 30. Aprile 2011
Economia
Il solare a concentrazione e la geotermia sono fonti di energia promettenti e persino più efficienti del fotovoltaico, ma c’è bisogno di investire nella ricerca, mentre oggi le risorse sono minime. Perché non destinarvi quelle liberate dalla riduzione degli incentivi?
Rosita Donnini
Martedì, 19. Aprile 2011
Economia
Fino a poche ore prima della “pausa di riflessione” suggerita dal disastro in Giappone la campagna pro-nucleare continuava intensamente. Vediamo con quali argomenti e perché nemmeno uno regge alle contestazioni
Rosita Donnini
Sabato, 19. Marzo 2011

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI