Cronache

Cronache
Il programma dettato al governo con la lettera della Bce, di cui ora è noto il testo, è insensato e reazionario e usa la crisi per imporre la teologia neoliberista, dimostrando di ignorare la lezione degli anni Trenta. La sinistra deve uscire dalla sua pericolosa apatia e porre esplicitamente la questione del futuro dell’euro e della stessa Unione
Antonio Lettieri
Giovedì, 29. Settembre 2011
Cronache
Il default dell’Italia è ormai un rischio concreto. La prima urgenza è liberarsi di un governo squalificato e incapace. Poi, con una maggioranza alternativa o dopo il voto, si dovrebbe ridurre di un quarto il debito, sia con alcune privatizzazioni (gran parte della Rai, l’attività bancaria e telefonica delle Poste, la gestione dell’alta velocità), sia rinunciando a progetti megalomani che costano e non risolvono. Ma anche l’Europa dovrà fare la sua parte
Pierre Carniti
Giovedì, 22. Settembre 2011
Cronache
Le previsioni di un fosco futuro fatte su queste pagine si sono purtroppo puntualmente avverate. Le ultime mosse di un governo allo sbando provocheranno aumento della pressione fiscale, recessione, effetti sociali perversi. La prossima manovra “per lo sviluppo” potrebbe completare il disastro, mentre non vengono toccate le vategorie care alla destra
Valerio Selan
Mercoledì, 21. Settembre 2011
Cronache
Il governo ha approfittato della manovra finanziaria per infilare nel decreto una disposizione chiaramente anticostituzionale. Il diritto del lavoro deriva da norme quasi tutte previste nella Carta fondamentale e quindi vincolanti per lo stesso legislatore
Mario Rusciano
Giovedì, 8. Settembre 2011
Cronache
I leader europei hanno cercato di rimediare alle decisioni clamorosamente sbagliate di un anno fa sulla Grecia. Un errore costato assai caro non solo ad Atene, ma a tutta la zona euro. Quanto ci vorrà perché capiscano che un errore analogo è quello di puntare, per tutta l’Europa, sugli aggiustamenti di bilancio senza preoccuparsi della crescita?
Carlo Clericetti
Lunedì, 25. Luglio 2011
Cronache
Quando la moglie definì così Berlusconi nessuno poteva percepire, perché molti fatti non erano noti, che non lo aveva detto spinta dal rancore, ma perché lo pensava davvero, sulla base di comportamenti la cui impronta, visto il ruolo del personaggio, condiziona pesantemente la politica italiana. Ma anche gli altri potenti del mondo stanno dando una pessima prova di fronte alla crisi
Carlo Clericetti
Martedì, 12. Luglio 2011
Cronache
L’esperienza insegna che il livello nazionale e quello aziendale si rafforzano a vicenda, mentre se manca il primo la capacità di rappresentanza e mobilitazione crolla, come in Usa dove gli iscritti sono passati dal 30 al 12% dei lavoratori. Inoltre la contrattazione nazionale non è mai stata di impedimento al pieno dispiegamento di quella aziendale
Antonio Lettieri
Lunedì, 27. Giugno 2011
Cronache
Il risultato dei referendum testimonia che Berlusconi è ormai completamente screditato, anche agli occhi del suo elettorato che, in una misura da un quarto a un terzo, ha bocciato due importanti decisioni politiche del governo e la legge ad personam sul legittimo impedimento. Il premier non lascerà mai il suo posto spontaneamente. Ma il “cambio di passo” vagheggiato dai leghisti è quanto mai improbabile
Carlo Clericetti
Lunedì, 13. Giugno 2011
Cronache
I referendum di domenica e lunedì prossimi hanno un’importanza persino maggiore delle elezioni amministrative appena passate. Si decide su argomenti di grende importanza, che condizioneranno la nostra vita per molti anni a venire. Ma hanno anche una chiara valenza politica, perché dovranno confermare o rigettare alcune decisioni chiave prese dal governo
Carlo Clericetti
Giovedì, 9. Giugno 2011
Cronache
Per Milano con cautela ci si credeva, per Napoli timidamente ci si sperava. Ma la valanga che ha travolto le speranze belusconiane è andata oltre le ipotesi più azzardate, da Novara a Cagliari, a Trieste, Mantova e Pavia. E' opportuno riflettere su una vittoria che potrebbe davvero segnare una svolta che metta fine all’anomalia italiana
E.L.
Martedì, 31. Maggio 2011

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI