Cronache

Cronache
Il Pdl è un partito in disfacimento con a capo un pregiudicato che non può candidarsi e che Napolitano non può graziare cedendo alle minacce. Serve un nuovo governo per una rapida riforma elettorale e poi il voto, a cui i democratici potranno presentarsi con le carte in regola se non salveranno di nuovo Berlusconi
Antonio Lettieri
Domenica, 4. Agosto 2013
Cronache
La proposta sull’incompatibilità non può che essere valutata per le conseguenze che produrrebbe: l’ennesimo salvataggio di Berlusconi. Un solo compromesso potrebbe essere accettabile: il rinvio del voto in Giunta delle elezioni a dopo la pronuncia della Cassazione
Carlo Clericetti
Lunedì, 15. Luglio 2013
Cronache
Il radicamento sul territorio non spiega il grande successo alle amministrative: perché allora a febbraio non ha funzionato? I sindaci hanno presentato programmi concreti di cambiamento, cosa che non è stata fatta nelle elezioni nazionali, dove si è proposta la continuità con il governo Monti. Senza un progetto di lotta contro la disastrosa politica europea non si vincerà mai
Antonio Lettieri
Giovedì, 13. Giugno 2013
Cronache
Dar seguito all'ipotesi di Enrico Letta sull'elezione diretta del capo dello Stato comporterebbe un completo mutamento della struttura istituzionale, che richiederebbe tempo e sarebbe dunque un'assicurazione sulla durata del governo. Ma non si può affidare alla classe politica più screditata della storia repubblicana il compito di rivoluzionare completamente le istituzioni
Carlo Clericetti
Martedì, 4. Giugno 2013
Cronache
Davvero il risultato segnala un'approvazione per il governo delle larghe intese? Non solo l'astensionismo si è impennato, ma, soprattutto, le coalizioni che hanno vinto sono tutte insieme a Sel e le alleanze con il centro sono praticamente assenti (1 commento)
Giovanni Principe
Martedì, 28. Maggio 2013
Cronache
La strada per la definitiva conclusione del processo sui diritti Mediaset è ancora irta di ostacoli, ma la conferma in appello della condanna del Cavaliere fa risaltare la palese assurdità che si continui a permettere di stare in politica a un personaggio che in qualsiasi altro paese sarebbe stato allontanato con disonore. E' tempo di far finire questa anomalia
Carlo Clericetti
Giovedì, 9. Maggio 2013
Cronache
Che la Grande coalizione segni uno stupefacente ritorno del Cavaliere non c'è dubbio. Ma il modo in cui è nata fa ipotizzare che si possa procedere a una modifica istituzionale, sancendo di diritto il semipresidenzialismo di fatto a cui abbiamo assistito: e il leader del centro destra può tornare a sognare il Quirinale
Antonio Lettieri
Domenica, 28. Aprile 2013
Cronache
L'incredibile errore del segretario sulla scelta del candidato per la presidenza della Repubblica ha diviso il fronte progressista, lacerato il partito e offerto al sindaco di Firenze l'occasione per presentarsi come la sola vera alternativa a Berlusconi. Se anche l'elezione presidenziale finisse nel migliore dei modi, per la sinistra un danno gravissimo e permanente
Carlo Clericetti
Giovedì, 18. Aprile 2013
Cronache
Il lavoro dei Saggi può non essere inutile: Bersani potrebbe utilizzarlo per integrare il suo programma in otto punti. A quel punto però spetterebbe a Napolitano, preso atto che nessun'altra strada è percorribile, inviarlo in Parlamento. Se con il nuovo programma ottenesse la fiducia, bene; altrimenti condurrebbe il paese alle nuove elezioni
Antonio Lettieri
Martedì, 2. Aprile 2013
Cronache
Di fronte all'impossibilità di una maggioranza parlamentare garantita Napolitano ha inventato una formula inusitata: resta il governo Monti mentre due gruppi di personalità, scelte da lui anche fuori dal Parlamento e di vari orientamenti politici, studiano le riforme più urgenti. Ma alla fine starà ai partiti, e prima di tutto al Pd, decidere se accettare o no gli eventuali compromessi
Carlo Clericetti
Sabato, 30. Marzo 2013

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI