Carlo Clericetti

Italia
Le proposte di legge elettorale su cui si sta discutendo sfoceranno probabilmente in un sistema proporzionale, ma “corretto” da qualche premio e dopo il voto si farà una maggioranza composita, scontentando ulteriormente gli elettori. Sarebbe molto più limpido un sistema istituzionale che, grazie alla “sfiducia costruttiva”, permettesse governi anche solo con maggioranze relative
Carlo Clericetti
Sabato, 6. Maggio 2017
Europa
La vittoria di Macron al ballottaggio è praticamente certa: un personaggio del tutto omogeneo all’attuale orientamento politico dell’Unione, che dunque non cambierà. Un esito che probabilmente darà più forza a una delle due tendenze delle sinistre europee, quella che sostiene la necessità di un “Piano B” per sottrarsi alla morsa di regole basate sulla svalutazione del lavoro
Carlo Clericetti
Venerdì, 28. Aprile 2017
Italia
Può stupire che gli scissionisti del Pd dichiarino da subito l'intenzione di allearsi col loro ex partito, ma in fondo sono figli della stessa cultura, della quale si propongono al massimo di temperare gli eccessi liberisti. Così, però, l'area di sinistra, che "vale" circa il 10%, risulterà frazionata e quindi non in grado di richiamare chi si è rivolto ad altri partiti o all'astensionismo
Carlo Clericetti
Domenica, 5. Marzo 2017
Italia
Pier Luigi Bersani, ex segretario del Pd e autorevole rappresentante della minoranza del partito, ha diffuso un suo intervento dal titolo "Il centrosinistra deve dare vita a una nuova piattaforma politica. La via seguita finora è sbagliata", che conclude auspicando una discussione. Con questa "lettera aperta" - da semplice cittadino - accolgo l'invito
Carlo Clericetti
Domenica, 5. Febbraio 2017
Europa
La Commissione ci chiede un'ulteriore manovra da 3,4 miliardi, ma la metodologia che usa per i suoi conti, oltre che ideologicamente orientata, è screditata da un suo stesso gruppo di studio e dalla Bce. L'Italia l'ha contestata, ma si pretende di continuare ad applicarla come se niente fosse. La richiesta va respinta, anche se i nostri governi hanno accumulato errori che quattro autorevoli economisti ricapitolano in un documento
Carlo Clericetti
Domenica, 5. Febbraio 2017
Lavoro
Una sentenza della Cassazione ribalta i criteri in base ai quali si stabiliva il "giustificato motivo" del licenziamento: non conta se l'azienda è in difficoltà, sulla tutela del posto di lavoro prevale quella della libertà imprenditoriale. Un'interpretazione forzata della Costituzione che risponde ai paradigmi della cultura politico-ideologica dominante
Carlo Clericetti
Sabato, 14. Gennaio 2017
Italia
I votanti sono stati 5 milioni in più che alle europee del 2014, quasi quanto il margine di vantaggio del NO. Chi si asteneva nelle altre elezioni perché non si riconosceva più negli attuali partiti si è rifatto vivo al referendum, e dall'esame incrociato con le dichiarazioni di appartenenza partitica si può dedurre che circa due terzi , 3,3 milioni, sono di sinistra. Sarebbero l'elettorato potenziale di un nuovo partito capace di attrarli
Carlo Clericetti
Giovedì, 8. Dicembre 2016
Italia
"La maggioranza silenziosa sta con noi", ha detto Matteo Renzi. Sarà stato cosciente del fatto che stava utilizzando una definizione che nella politica italiana è un simbolo di una posizione reazionaria? Per chi non la conoscesse, ricordiamo la vicenda del movimento di inizio anni '70. Ma forse l'ha fatto di proposito: il "nuovismo" deve cancellare la memoria
Carlo Clericetti
Lunedì, 21. Novembre 2016
Libri
Un saggio di Sergio Cesaratto esamina la crisi e i comportamenti dei protagonisti alla luce delle teorie economiche. Dopo averlo letto si avrà un'idea più chiara del quadro concettuale che sta dietro la costruzione europea e le dichiarazioni dei politici e dei loro consiglieri economici potranno essere interpretate in base alla conoscenza delle teorie di riferimento
Carlo Clericetti
Venerdì, 7. Ottobre 2016
Cronache
Come nella canzoncina di Mary Poppins la propaganda governativa amplifica i risibili effetti positivi per concentrare su di essi l'attenzione e far inghiottire una pessima riforma. Il peggio del bombardamento mediatico deve ancora venire, con scenari catastrofici per l'economia in caso di vittoria del NO. Ma forse anche i mercati si sono accorti che questa è la politica del nulla
Carlo Clericetti
Venerdì, 7. Ottobre 2016

Pagine

 

SOCIAL

 

CONTATTI